Venerdi 27 aprile 2018 03:08

Mertens, dolce risveglio dopo i quattro goal al Torino
Con otto reti nel solo mese di dicembre, Dries Mertens si è calato perfettamente nel ruolo di punta centrale. E' nel suo momento migliore da quando è arrivato a Napoli

19 dicembre 2016



«Mi sono svegliato così». Dries Mertens ha postato una foto su facebook all'indomani dei quattro goal rifilati al Torino. Nel post appare il pastore a lui dedicato, realizzato a San Gregorio Armeno, che si affaccia su Napoli. Il belga è stato protagonista assoluto del mese di dicembre con sette reti in due partita. Prima la tripletta al Cagliari, poi il poker contro il Toro. Caterve di goal a cui va aggiunta la splendida rete messa a segno a Lisbona contro il Benfica. Con 10 reti in 15 partite di Serie A, Mertens è già in doppia cifra prima della fine dell'anno. L'infortunio di Milik lo ha catapultato in un nuovo ruolo, quello del centravanti.

Non chiamatelo falso nueve

Dopo qualche imbarazzo iniziale, Mertens si è calato perfettamente nel ruolo, iniziando a segnare con continuità. Non un falso nueve, ma un centravanti vero. Il belga attacca la profondità, si muove pericolosamente in area. Doti da attaccante e dribbling da ala lo stanno rendendo irresistibile per le difese avversarie. Il suo momento di grazia è coinciso con il ritorno del Napoli in zona Champions. Ora, a gennaio, dovrebbe arrivare Pavoletti. Poi, qualche settimana dopo, tornerà a disposizione anche Milik. Mertens, a quel punto, dovrebbe tornare nel suo ruolo naturale. Ma, vista la sua verve quando si tratta di far male al centro, non è detto che Sarri non gli riservi qualche altra apparizione in quel ruolo.

© Riproduzione riservata