Sabato 24 febbraio 2018 17:16

Milan-Napoli, la prova di maturità da un miliardo di telespettatori

20 gennaio 2017



Non è mai una partita come tutte le altre, specie se arriva dopo una visita di Maradona a Castel Volturno. Milan-Napoli, sfida mitica. Impregnata dei ricordi degli anni ottanta quando Diego e Careca battagliavano per il primo posto con il trio degli olandesi. L'anticipo, invece, vedrà in campo due squadre giovani, in cerca di conferme. Il Napoli è ancora alla ricerca di una vittoria esterna in uno scontro diretto, il Milan vuole accorciare le distanze dai piani altissimi della classifica. All'andata finì 4-2 per gli azzurri, domani sarà tutta un'altra storia.

Articoli correlati

Sarri: «Difesa in emergenza, ma c’è la carica di Maradona»

I convocati azzurri: c'è una sola defezione

Milan-Napoli, le probabili formazioni

Sarri, Montella e le infermerie piene

Gli azzurri arrivano a Milano con la difesa in emergenza. Koulibaly e Ghoulam sono impegnati in Coppa d'Africa. Albiol è reduce dall'influenza, Chiriches non si è ancora ripreso dall'infortunio e Tonelli è tornato ad allenarsi con il gruppo solo oggi. Sta bene solo Maksimovic, che sogna di ritrovare una maglia da titolare dopo essere scivolato all'ultimo posto delle gerarchie di Sarri. In attacco ci sarà ancora Mertens, con Pavoletti che partirà dalla panchina. Anche Montella dovrà fare i conti con alcune assenze importanti. In difesa mancherà Romagnoli e De Sciglio sembra ad un passo dal forfait. Sarà assente anche il baby regista Locatelli. C'è l'ex José Sosa in pole per sostituirlo, ma occhio a Kucka e Bertolacci. Da valutare le condizioni di Niang, colpito da un attacco influenzale.

Milan-Napoli da un miliardo di spettatori

La sfida di San Siro sarà seguita in tutto il mondo. Secondo i dati comunicati da MP&Silva, saranno circa un miliardo i telespettatori potenziali dell’incontro. La diffusione del segnale sarà capillare e riguarderà tutti i cinque continenti. Milan-Napoli sarà trasmessa anche in Paesi colpiti dalla guerra, quali la Libia, il Sudan, l’Iraq, la Siria e l’Afghanistan. La sfida andrà in onda anche in Cina (Cctv), Australia (Bein Sport), Usa e Sudamerica (Rai Sport International).

© Riproduzione riservata