Domenica 22 gennaio 2017 23:22

Sofferenza e parate, il Napoli torna indenne da Swansea




SWANSEA (GALLES) - Pareggio utile per il Napoli a Swansea, nella gara di andata dei sedicesimi di Europa League. Della trasferta gallese, l'elemento migliore è proprio il risultato. La squadra azzurra, infatti, ha giocato una partita poco brillante, pensando prima a non prenderle. Grande presenza di pubblico, con il Liberty Stadium esaurito in ogni ordine di posto. Napoli pericoloso già dopo due minuti e mezzo. La mediana dello Swansea non pressa Inler che dà il via all'azione che propizia la conclusione laterale dello spagnolo, che si spegne di poco a lato. Passano altri due minuti e la squadra azzurra va ancora vicina al goal con Hamsik. Il portiere Vorm nega la gioia della rete allo slovacco deviando in angolo dopo un'azione di contropiede condotta perfettamente dal solito Callejon. La risposta dello Swansea non si fa attendere. La difesa azzurra non copre su Dyer che chiama Rafael a un intervento da manuale. La squadra gallese prende coraggio e dimostra una buona capacità di palleggio con la capacità dei giocatori del tridente di crearsi lo spazio, anche tra le linee. Il Napoli risponde giocando a pochi tocchi in verticale, nella speranza di trovare lo spazio giusto. E' lo Swansea però a rifarsi pericoloso con Dyer che supera Reveillere e mette al centro, sull'invito Bony non ci arriva di testa per un soffio. In fase di non possesso, la squadra gallese difende con il 4-4-2, scalando un attaccante in mediana. Se Inler ha un po' più di spazio per manovrare, gli attaccanti azzurri si trovano spesso pressati sul breve, in fase di possesso, dagli avversari. Al 22' miracolo di Rafael. Ripartenza veloce dello Swansea con il pallone che passa tra Henrique e Britos, Bony, a tu per tu col portiere brasiliano, si fa toccare la palla in angolo. Nel quarto d'ora successivo è ancora la squadra di casa a tenere il pallino del gioco, il Napoli si limita a qualche sortita offensiva in velocità quando  lo Swansea perde palla. Monk, nel frattempo, prende le misure e mette Bony a contrastare Inler in fase di non possesso. Al 39' è Ashley Williams ad andare vicino al goal, ma il tocco di testa da pochi metri si spegne sopra la traversa. Il Napoli combina poco, Rafael ha più di un grattacapo con una linea difensiva che non riesce a dargli troppe garanzie. L'estremo difensore brasiliano è ancora una volta protagonista al 42' quando devia sulla traversa un tiro da fuori area di Routledge. Sugli sviluppi del calcio d'angolo successivo, il portiere azzurro è ancora determinante sulla conclusione di testa di Rangel. Un minuto dopo, Rafael si fa male. L'intervento dello staff medico azzurro dura alcuni minuti e spezza il ritmo. Quando l'arbitro Bebek fischia la fine del primo tempo, l'impressione è che il risultato di pareggio vada bene principalmente al Napoli. Rafael non ce la fa. Nella ripresa, dentro Reina. Occasione per Higuain dopo due minuti, ma l'argentino spara alto da ottima posizione. Lo Swansea dimostra che qualche errore lo fa quando c'è da difendere con il pallone che corre veloce. Primo giallo al 55' per Pablo Hernandez. Subito dopo l'ammonizione esce dal campo, sostituito da De Guzman. La formazione di casa continua a condurre il gioco. Seppur le occasioni create sono poche, gli uomini di Monk hanno quasi sempre il pallone tra i piedi. Prima ammonizione per il Napoli al 58' con Bebek che punisce con il giallo un fallo di Insigne. Callejon al tiro al 63', ma la conclusione di punta si spegne qualche metro fuori. Al 66' colpo di testa di Williams da distanza ravvicinata, Reina non si fa sorprendere e respinge di istinto. Gli azzurri continuano ad essere contratti, poco propositivi anche quando si tratta di pressare lo Swansea nella propria metà campo. Giallo al '70 per Maggio che ferma con le cattive Routledge al limite dell'area. A quel punto Monk gioca la carta Shelvey, inserendolo al posto di Cañas. Arriva anche un giallo ad Hamsik, per proteste. Al 73' Benitez spende il secondo cambio, mettendo Mertens al posto di Insigne. Per il ragazzo di Frattamaggiore, una partita senza particolari giocate di rilievo. Al 75' Shelvey libera Routledge, ma Reina è ancora una volta bravo a respingere il tiro del centrocampista gallese. Esce anche Dyer nello Swansea, fuori per far posto a Emnes. All'82' finisce la partita di Higuain, non al meglio, a cui subentra Pandev. Due minuti dopo, giallo anche per De Guzman. Il dato dei tiri in porta è significativo dell'andamento della partita fino a quel momento: 10 a 1 per la squadra di casa. Nella ripresa, il portiere dello Swansea, nella ripresa non è mai stato impegnato. Lo Swansea ci prova fino alla fine a segnare almeno un goal. Il Napoli si rintana dietro, con tutta la squadra a difendere negli ultimi cinquanta secondi. Il fortino partenopeo regge e finisce 0-0. La squadra di Benitez esce indenne da Swansea. A Napoli, dovrebbe essere un'altra storia. © Riproduzione riservata