Mercoledi 20 settembre 2017 22:08

Quagliarella, il padre: «Fabio ha lasciato Napoli solo a causa dello stalker. Aspettiamo una chiamata di De Laurentiis»
Vittorio Quagliarella vuole fare chiarezza sulle ragioni che hanno portato l'attaccante della Sampdoria lontano da Napoli.

20 febbraio 2017



Dopo le lacrime di Quagliarella per la condanna dello stalker che ha costretto lui e la sua famiglia ad abbandonare Napoli, anche il papà del calciatore ha voluto far luce sulla vicenda: «Finalmente è finito un incubo che ci ha martoriato tutti. Non so come abbia fatto Fabio a restare sereno, tranquillo. Nel calcio è fondamentale tenere la mente sgombra, lui ci è riuscito nonostante tutto». E' ora venuto fuori il perché dell'addio dell'attaccante al Calcio Napoli: «La condanna del suo stalker ha restituito verità a questa vicenda, quello che è successo è stata l’unica causa del trasferimento di Fabio alla Juventus».

La fine di un incubo

Vittorio Quagliarella ha parlato a Radio Marte della sua volontà di fare chiarezza sulle motivazioni che hanno portato il calciatore della Sampdoria a lasciare Napoli: «Noi siamo tifosi del Napoli al 100% e lo saremo per sempre. Mio figlio era l’uomo più felice del mondo quando firmò con il direttore Marino per trasferirsi al Napoli. Attraverso messaggi e lettere anonime, diffuse per conoscenza anche alle società di calcio, questo poliziotto postale minacciò di rivelare particolari scabrosi e del tutto inventati su Fabio».  E' probabile che anche De Laurentiis ne fosse a conoscenza: «Sarà un caso, ma dopo l’invio delle prime lettere invitò mio figlio a dormire a Castel Volturno per stare più tranquillo. Adesso è a Los Angeles, ma spero possa chiarirsi una volta per tutte con Fabio anche con una telefonata».

© Riproduzione riservata