Giovedi 27 aprile 2017 05:16

Napoli, Jorginho: «Crediamo nel secondo posto, vogliamo la Champions diretta. Ma ora testa al Sassuolo!»
Il centrocampista del Napoli ci crede: gli azzurri vogliono il secondo posto. «L'impresa della Juventus? Ci ha dato fiducia».

20 aprile 2017



Jorginho, centrocampista del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. L'italo-brasiliano ha parlato della sua condizione e degli obiettivi dei partenopei: «Secondo posto? Ci crediamo tantissimo, sappiamo quello che dobbiamo fare e siamo concentrati per raggiungere quest'obiettivo che per noi è fondamentale».

Verso Sassuolo-Napoli

L'ex Verona ha speso qualche parola sul prossimo impegno del Napoli, che domenica sfiderà il Sassuolo al Mapei Stadium: «Non sarà una partita semplice, può sembrare facile ma non lo è. Il Sassuolo sta bene e può mettere in difficoltà chiunque. Giocare alle 12.30 non ci avvantaggia, dovremo mettercela tutta». L'obiettivo è chiaro: arrivare il Champions League. Ma per farlo, ogni partita, da qui alla fine del campionato, conta: «Vogliamo rigiocare la Champions e per riuscirci dobbiamo battere il Sassuolo. Quindi dobbiamo pensare solo a domenica e vincere questa partita».

«Ho solo 25 anni e lavoro per migliorare ogni giorno»

Jorginho sta vivendo un buon momento, ma è convinto di poter fare altri passi avanti: «Sto bene, ma ho solo 25 anni e si può migliorare sempre, anche a 35 anni. Lavoro ogni giorno per crescere». Quello che manca all'italo-brasiliano è il goal: «Contro l'Udinese ci ho provato, ma non è entrata in porta. Spero di riuscire a superare questo limite». Eppure Mertens lo ha ringraziato per la rete che il belga ha messo a segno contro l'Udinese grazie all'assist del centrocampista: «È stato molto gratificante essere abbracciato da Dries dopo il goal. Ma è tutto un lavoro di squadra, non è stato solo merito mio».

«La Juve ci ha fatto capire che siamo sulla buona strada»

Gli azzurri, in quattro giorni, hanno portato a casa una vittoria in Coppa Italia e un pareggio, al San Paolo, contro la Juventus. La stessa Juve che, al Camp Nou, non ha concesso nemmeno una rete al Barcellona, riconfermandosi uno tra i quattro migliori club d'Europa. Che effetto fa agli azzurri essere andati a segno contro la Juve? «Ci dà fiducia e consapevolezza dei nostri mezzi. Siamo stati bravi e siamo sulla strada giusta. Dobbiamo continuare così». Anche Jorginho ha parlato del suo rapporto con la città di Napoli: «Amo questa città. Mio figlio è nato qui ed ho tanti amici, la porterò sempre nel cuore. Napoli non si può dimenticare. Vincere qui non è come vincere da altre parti, sarebbe un sogno anche per noi».

© Riproduzione riservata