Giovedi 17 agosto 2017 23:26

Napoli-Dnipro, intervengono due senatori: «Platini faccia chiarezza su Collina»




ROMA - «Il presidente della Uefa Michel Platini faccia immediata chiarezza sul ruolo in seno alla federazione ucraina dell'ex arbitro Pierluigi Collina». Inizia così la nota congiunta diramata dai senatori Luigi Compagna di Area Popolare (Ncd-Udc) e Vincenzo Cuomo (Pd). I due vogliono chiarezza dopo l'arbitraggio delle semifinali di andata e ritorno tra il Napoli e il Dnipro, viziate da una serie di errori arbitrali. «Secondo quanto riportato dagli organi di stampa - prosegue il comunicato - il designatore arbitrale della Uefa avrebbe in essere un contratto da supervisore anche con la federazione ucraina. Per l'ex fischietto italiano vale certamente la presunzione di non colpevolezza, ma il pessimo trattamento arbitrale subito dal Napoli in Europa League contro gli ucraini del Dnipro, con un gol in nettissimo fuorigioco nella gara di andata ed uno irregolare nella gara di ritorno, può alimentare sospetti che vanno al più presto fugati». Compagna e Cuomo concludono la nota congiunta evidenziando che «alla luce di quanto sta emergendo in Italia dalle inchieste sul calcioscommesse vi è la necessità che il mondo del calcio adotti ogni misura per rendere chiaro e credibile questo sport ai milioni di tifosi che lo seguono. Sia nel nostro Paese che in Europa devono valere principi di chiarezza e trasparenza, Platini e Collina si attivino al più presto per fare luce su questa vicenda sicuramente anomala». © Riproduzione riservata