Mercoledi 23 agosto 2017 19:37

La Roma vince, ma il Napoli non molla. Fiorentina battuta 4-1
Il Napoli tiene viva una residua speranza di raggiungere il secondo posto grazie alla rotonda vittoria per 4-1 contro la Fiorentina al San Paolo

20 maggio 2017



NAPOLI - La Roma vince ma il Napoli non molla. Gli azzurri regolano quattro a uno la Fiorentina al San Paolo, rispondendo al cinque a tre dei giallorossi in casa del Chievo Verona. La squadra di Sarri vince in maniera autoritaria, con due reti per tempo. Le quattro reti permettono all'attacco azzurro di confermarsi come il più prolifico del campionato con la bellezza di novanta reti all'attivo a novanta minuti dalla conclusione del torneo.

Articoli correlati

Napoli-Fiorentina 4-1, tabellino e pagelle

Sarri: «Abbiamo fatto una stagione strepitosa. Il pubblico del San Paolo è meraviglioso»

Striscione in Curva B: «Riporta lo scudetto in città»

Fiammate azzurre

L'unico ballottaggio in casa Napoli è vinto da Zielinski, preferito a Rog dopo l'infortunio ad Allan. Paulo Sousa tiene in panchina Chiesa e si affida alla coppia Bernardeschi-Ilicic a supporto di Kalinic. Gli azzurri partono forte e all'8' sono già in vantaggio. Hamsik incorna sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Tatarusanu respinge corto e Koulibaly ribadisce in rete. Le motivazioni fanno la differenza e il Napoli continua a spingere. Al 18' l'urlo del goal resta strozzato nelle gole dei cinquantamila del San Paolo. Mertens sfrutta un controllo difettoso di Kalinic e si invola verso la porta, salta Tatarusanu ma spara sull'esterno della rete. Sette minuti dopo sfiora nuovamente il goal con un tiro a giro dalla distanza che si stampa sul palo. La Fiorentina viene fuori alla mezzora con Ilicic che, con un diagonale, chiama Reina alla deviazione. Al 36' il Napoli raddoppia. Mertens smarca Insigne che, solo davanti a Tatarusanu, non sbaglia.

Mertens show

In apertura di ripresa Sousa prova a dare consistenza alla fase offensiva con gli ingressi di Tello e Babacar al posto di Maxi Olivera e Cristofaro, autori di una prestazione opaca. Ma l'inerzia della partita non cambia. Anzi. Mertens, dopo i tentativi del primo tempo, sale in cattedra e chiude la partita. Prima segna in mischia al 57', poi al 65' va via con una giocata mirabile, offre l'assist ad Insigne e sfrutta la ribattuta di Tatarusanu sulla conclusione del compagno per siglare la quarta rete azzurra. In mezzo c'è il goal di Ilicic che, sfruttando una palla a rimorchio di Tello, accorcia momentaneamente le distanze. Nei minuti finali il Napoli potrebbe incrementare il vantaggio ma qualche eccesso di leziosità salva i toscani. A fine partita c'è tempo per gli applausi e il giro di campo di Mertens e compagni, autori di una stagione da record. L'ultimo, quello dei punti in campionato, è stato superato stasera. Il quattro a uno tiene viva la corsa al secondo posto. Le flebili speranze azzurre ora sono risposte nel Genoa, ospite della Roma all'ultima giornata. Gli azzurri, invece, scenderanno in campo a Marassi contro la Samp.

© Riproduzione riservata