Giovedi 23 novembre 2017 04:32

Napoli-Fiorentina 4-1, Sarri: «Abbiamo fatto una stagione strepitosa. Il pubblico del San Paolo è meraviglioso»
Il tecnico del Napoli ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla prestazione dei suoi al termine della sfida contro la Fiorentina.

20 maggio 2017



Finisce 4-1 al San Paolo: il Napoli non si arrende e batte la Fiorentina, riconfermandosi terzo in classifica a -1 dalla Roma. Al termine della gara il tecnico azzurro Maurizio Sarri ha parlato ai microfoni di Premium Sport: «Abbiamo fatto un campionato strepitoso di cui siamo orgogliosi: 83 punti fino a pochi anni fa bastavano per vincere il campionato. Oggi ci sono squadre che hanno una media punti incredibile, ma questo campionato per noi è motivo d'orgoglio e, considerata la festa che hanno fatto i tifosi allo stadio questa sera, direi che anche loro sono contenti. Abbiamo dato prova di grande determinazione, sebbene ci fosse il rischio di mollare un attimo».

La richiesta della Curva B

Il messaggio dei tifosi della Curva B è stato chiaro: la prossima stagione deve essere quella dello scudetto: «Noi dobbiamo pensare a noi stessi. Abbiamo un sogno com'è giusto che sia, ma è un sogno che deve rimanere nostro. La critica non deve imporci di sognare. La squadra, in base a quelle che erano le previsioni di molti critici, ha fatto fatto decisamente meglio. Ha fatto più punti dell'anno scorso in una stagione difficile. L'infortunio di Milik ci è costato punti. E abbiamo giocato la Champions, più impegnativa dell'Europa League. Abbiamo fatto una stagione straordinaria e il prossimo anno vogliamo migliorare, se ci riuscissimo sarebbe già tanta roba».

«Pubblico meraviglioso, sono grato a tutta la città»

Il pubblico del San Paolo anche questa sera ha accompagnato il Napoli, e non è mancata un'ovazione per Maurizio Sarri: «Questo è un pubblico straordinario: in una partita di fine stagione in cui c'erano zero possibilità di agganciare al Roma, i tifosi sono stati meravigliosi. E sono sempre così, non non solo nei momenti positivi. Sono grato a questo pubblico e alla città». La gara contro la Fiorentina è andata meglio di quanto ipotizzato: «Qualche difficoltà contro questa squadra l'abbiamo sempre avuta. Ci toglie palleggio, e noi soffriamo nelle partite in cui non possiamo controllare il possesso palla. Era quindi una partita che temevo parecchio, ma dopo 7' siamo andati in vantaggio e tutto è divenuto più semplice. Al di là del risultato penso che la Fiorentina abbia fatto una buona partita. Ci hanno fatto sbagliare più del solito».

Dries Mertens Vs Edin Dzeko

Il tecnico del Napoli ha scelto di sostituire il belga, secondo nella classifica marcatori ad un solo goal di distanza da Dzeko: «Avevo chiesto prima della gara quanti goal avesse fatto Dzeko e mi avevano detto 27. Se avessi saputo con esattezza l'avrei tenuto dentro, ma non posso privilegiare un obiettivo personale rispetto a quello del gruppo. La stagione di Mertens è stata straordinaria, ha segnato tanto e all'inizio dell'anno non era neppure prima punta. Se sarà possibile dargli questa soddisfazione gliela daremo. Quando gli prospettai di fare l'attaccante centrale gli dissi che sarebbe arrivato a venti gol. È andato oltre le mie aspettative».

© Riproduzione riservata