Giovedi 17 agosto 2017 17:25

Higuain contro Cavani, confronto tra bomber nell’anno migliore




Higuain Re del goal. Le due reti contro il Genoa hanno portato l'argentino a quota 29. Un numero che non è come tutti gli altri. A quella cifra, nel 2012/13, si fermò Edinson Cavani, nell'annata in cui vinse la classifica cannonieri con la maglia del Napoli. A Higuain, però, restano a disposizione altre otto partite di campionato. Continuasse a segnare con il ritmo tenuto finora, chiuderebbe a 38 reti, polverizzando il record del milanista Nordahl, risalente a più di sessanta anni fa. Un risultato che lo consegnerebbe alla storia del calcio italiano, incoronandolo Re dei bomber di tutti i tempi. Mai, prima d'ora, un calciatore del Napoli aveva tenuto un  ritmo simile. Higuain segna una rete ogni 88'. In pratica, gli serve meno di una partita per fare goal. Prima di lui, lo scettro di cannoniere azzurro era tra le mani di Cavani, "Matador" del 3-5-2 di Mazzarri tra il 2011 e il 2013. Finora, in valore assoluto, i numeri dell'uruguaiano continuano ad essere i migliori. 104 reti in 138 partite con la maglia del Napoli sono uno score difficile da eguagliare. Higuain lo ha già superato in quanto a presenze (141), fermandosi però a 84 reti. Analizzando il campionato migliore dei due attaccanti in maglia azzurra, però, le statistiche in zona goal dell'argentino assumono proporzioni impressionanti.

confronto higuain cavani

Higuain, in sole 30 partite, ha messo a segno 29 reti. Ha giocato 2544 minuti, contro i 2980 che servirono a Cavani per raggiungere lo stesso numero di segnature. L'uruguaiano mise a segno tre triplette nel campionato 2012/13, un bottino di nove reti in tre partite che gli permise di ovviare alle 18 gare in cui, tra assenze per infortunio e polveri bagnate, non andò a segno. La regolarità di Higuain in questa Serie A, invece, lascia con la bocca aperta: solo nove volte non ha timbrato il cartellino. Nelle restanti 21 partite, ha sempre fatto goal. Un ruolino di marcia impressionante se si analizzano i numeri di Cavani, a segno in 20 partite in 38 giornate. A favore dell'attuale numero 9 del Paris Saint Germain, però, restano i numeri in Europa. Nel 2012/2013 fece sette goal in altrettante partite mentre Higuain si è fermato a due reti in cinque presenze. C'è da dire che l'uruguaiano giocò di più ma, nel rapporto tra minuti giocati e reti segnate, i numeri europei restano comunque a suo favore. Quale calciatore, dunque, si è rivelato più decisivo? Difficile dirlo. Cavani ha trascinato il Napoli per tre anni, firmando a suon di goal la risalita del club azzurro verso le posizioni di vertice. Grazie al suo fisico statuario riusciva a fare addirittura la doppia fase, compiendo recuperi difensivi che facevano impazzire il pubblico del San Paolo. La squadra giocava per lui, che finalizzava la maggior parte delle azioni. Higuain, invece, è il simbolo di un Napoli più corale, in cui non è l'unico a superare la doppia cifra. Insigne è già a quota undici mentre Hamsik e Callejon stazionano a cinque reti. Il Pipita è un perno offensivo che gioca con i compagni e poi va a far goal. Un Finisseur di lusso del Napoli più bello degli ultimi 25 anni. © Riproduzione riservata