Venerdi 15 dicembre 2017 03:41

Napoli-Shakhtar 3-0, Sarri: «Insigne? C’è un motivo se non lo lascio mai in panchina…»
L'allenatore azzurro è soddisfatto della gara dei suoi: «Siamo contenti per la partita ma la qualificazione non dipende solo da noi».

21 novembre 2017



Vittoria importantissima per il Napoli che asfalta la squadra di Fonseca. Al termine della sfida, il tecnico dei partenopei, Maurizio Sarri, ha parlato ai microfoni di Premium Sport: «La prestazione di stasera è stata buona dal momento in cui siamo riusciti a salire a livello di pressione e di baricentro. Abbiamo fatto 35' di sacrificio perché il loro palleggio era di ottimo livello. Siamo contenti per la partita e di aver dimostrato che teniamo anche alla Champions, ma purtroppo la qualificazione non dipende solo da noi. Ora dobbiamo solo pensare ad andare in Olanda e vincere. Poi, purtroppo, ci toccherà aspettare».

L'imprescindibile Lorenzo Insigne

L'attaccante azzurro, ancora una volta, ha sbloccato il risultato con una magia. Parliamo in un fuoriclasse assoluto? «Insigne è questo qui. Negli ultimi tre anni è cresciuto tantissimo. È un calciatore di livello internazionale, ed è uno di quelli che devono essere tenuti fuori dalle rotazioni. Chiaramente, se possiamo fargli risparmiare 20’ lo facciamo, ma tenerlo fuori a prescindere, almeno io, non ce la faccio».

Il bilancio della gara

L'allenatore azzurro ha parlato, in particolare, della prestazione della retroguardia partenopea: «In difesa abbiamo fatto complessivamente bene. Mi fa piacere per la partita di Maggio, che aveva giocato poco per un periodo. Farsi trovare così pronto sul piano fisico e mentale gli fa veramente onore». Una gara, in generale, ben studiata per affrontare un avversario difficile: «La nostra sensazione è che loro potevano essere vulnerabili su un attacco in profondità. Spesso abbiamo abbiamo sbagliato gli ingressi sui tempi con gli attaccanti. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio e abbiamo ottenuto qualcosa».

© Riproduzione riservata