Domenica 24 giugno 2018 14:28

Hamsik, possibile addio al Napoli. Il padre: «Può finire in Cina»
Il padre di Hamsik esce allo scoperto: "Stiamo valutando un'offerta dalla Cina". Ora la palla passa nelle mani di De Laurentiis

22 maggio 2018

Hamsik via da Napoli. L'addio che pochi mesi fa sembrava impossibile ora è una possibilità concreta. Per lui è pronta un'offerta faraonica dalla Cina: dieci milioni di euro all'anno. Un contratto faraonico che rappresenta un'occasione da non perdere per un calciatore di quasi 31 anni. E Hamsik sta valutando. Forse ha già in mente di accettare. Lo conferma il padre del calciatore in un'intervista all'edizione online del quotidiano slovacco Pravda. «Le possibilità che vada via, al momento, sono al sessanta percento. Ha ancora tre anni di contratto con il Napoli, dipende dal suo manager e da De Laurentiis. Venglos (il procuratore del capitano azzurro ndr) è già al lavoro per presentare l'offerta al presidente». Il problema principale è legato alla tempistica di un eventuale trasferimento. «Il mercato in Cina è chiuso - spiega Richard Hamsik, e le squadre cinesi hanno un limite per i calciatori stranieri». In realtà la Lega Cinese ha imposto anche un Salary Cap che ha ridotto di molto i margini per le spese pazze che due-tre anni fa avevano trasformato il campionato orientale in una nuova Mecca per stelle o presunte tali in cerca di ingaggi da capogiro.

I tifosi temono l'addio

Il Napoli, per il momento, tace. Gli unici a parlare sono stati i tifosi con un eloquente striscione «Capitano resta con noi» esposto in Curva B in occasione dell'ultima partita di campionato contro il Crotone. Gli spifferi di un possibile addio di Hamsik hanno iniziato a spirare da almeno una quindicina di giorni. E il tifo organizzato ha voluto chiarire la propria posizione: Hamsik deve restare. L'idea dei sostenitori è la stessa di De Laurentiis che sarebbe felice di proseguire l'avventura con colui che è diventato l'uomo simbolo della squadra. Ma bisognerà fare i conti con i desideri del calciatore. Se "Marekiaro" dovesse chiedere di andar via, sarà difficile dirgli di no, a patto che l'offerta per il cartellino sia congrua. Per meno di trenta milioni il Napoli non si siede al tavolo.  A quelle cifre l'operazione avrebbe senso e ristorerebbe il dispiacere per l'addio ad un calciatore diverso da tutti gli altri. Hamsik è diventato un figlio adottivo di Napoli. Coccolato, preservato, aspettato nei momenti di appannamento. Se addio sarà dovrà convenire a tutti.

© Riproduzione riservata