Lunedi 23 ottobre 2017 21:04

Gabbiadini show, il Napoli affonda il Midtjylland e vola al primo posto




HERNING (Danimarca) - Non conosce sosta il Napoli di Maurizio Sarri. Con una squadra imbottita di riserve, gli azzurri sbancano l'MCH Arena e consolidano il primo posto in classifica a punteggio pieno, mettendo una seria ipoteca sul passaggio del turno. Eppure sembrava dovesse essere una partita di sofferenza, con un Midtjylland arrembante e Reina chiamato a due interventi, in verità non eccessivamente complicati, nei primi minuti di gioco. La sfuriata dei danesi si esaurisce però al quarto d'ora, il Napoli ne approfitta e inizia a fare ciò che vuole. Al 19' il primo, splendido sigillo di Callejon, imbeccato da Koulibaly in versione assist-man, lancio alla Pirlo sui piedi dello spagnolo che con un pallonetto magistrale supera Andersen, 0-1. Il Midtjylland accenna una timida reazione e concede più spazi, un invito a nozze per la banda assatanata di mister Sarri. Tra il 31' e il 40' va in scena lo show di Manolo Gabbiadini: l'attaccante bergamasco prima finalizza un'azione di contropiede sfruttando il preciso cross dalla destra di un impagabile Allan, poi confeziona il 3-0 con una vera magia, tiro da fuori e pallone che si insacca nel sette. Nel mezzo la traversa di Callejon, che sfiora la doppietta personale. La partita a questo punto sembrerebbe in ghiaccio, ma il Midtjylland ha una reazione d'orgoglio e riesce ad accorciare le distanze allo scadere del primo tempo, al termine di un'azione confusa e fortunosa: alla fine è Pusic a piazzare la zampata che spiazza Reina e a portare i suoi sull'1-3. Dopo lo spettacolo del primo tempo il Napoli tira i remi in barca e si concede qualche distrazione di troppo, pur non correndo, nel complesso, particolari rischi. La squadra di casa prova a rimettersi in carreggiata e tenta di replicare l'approccio aggressivo di inizio partita, senza troppi risultati. Sarri tuttavia non vuole brutte sorprese e decide di dare qualità alla squadra: fuori uno sfinito Allan e dentro Hamsik, mentre Higuain prende il posto di Callejon, con Gabbiadini che si sposta sulla destra. Sull'altro fronte, poco incisivi risultano i cambi operati dal tecnico dei danesi, con il solo Mabil che riesce a vivacizzare il gioco, seppur a tratti. La partita potrebbe clamorosamente riaprirsi, ma un super- Koulibaly salva sulla linea il tiro di Royer. E' l'unico vero brivido del secondo tempo. Scampato il pericolo il Napoli riesce a controllare la partita e non succede praticamente più nulla fino al 94', quando il Pipita, servito da El Kaddouri, fissa il risultato sul 4-1 e realizza il suo ottavo gol stagionale. Il Napoli vola al primo posto nel girone e conferma il suo momento magico. © Riproduzione riservata