Giovedi 21 settembre 2017 03:38

Calciopoli. Udienza in Cassazione, Moggi e Giraudo vero la prescrizione




ROMA - Sta per chiudersi la vicenda penale legata a Calciopoli per Luciano Moggi e Antonio Giraudo, I due ex dirigenti della Juventus, ricorrenti contro le condanne inflitte in secondo grado dalla Corte di Appello di Napoli, vedranno probabilmente prescritti i reati loro ascritti. La Procura generale della Cassazione, nella persona del sostituto procuratore Gabriele Mazzotta, ritiene raggiunti i termini di prescrizione, fermo restando che «è provata l'esistenza dell' associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva come emerge dalle intercettazioni, dal sistema di schede estere riservate e dal perseguimento del fine di predeterminare gli esiti delle partite e la designazione del vertice della Lega Calcio». Finisse così, sarebbero prescritte le condanne di due anni e quattro mesi a Giraudo e un anno e otto mesi a Moggi inflitte dal Tribunale di Napoli.  La prescrizione era già intervenuta in appello per altri protagonisti di Calciopoli, come Claudio Lotito e i fratelli Diego e Andrea Della Valle. Tenendo conto della posizione della Procura sulle prescrizioni, la partita si gioca principalmente sulle statuizioni civili. Giraudo ha ricorso contro il risarcimento alle parti lese, Mazzotta ha proposto il rigetto. © Riproduzione riservata