Higuain alla Juve, in via Toledo a Napoli spunta l’altarino contro il Pipita




NAPOLI - Sabato di fine luglio a Napoli. Chi si sveglia per andare al mare, chi - sbuffando - per una giornata di lavoro. Poi una notizia bomba deflagra la routine: Higuain alla Juventus. Il ventre della città ribolle di rabbia. Il campione più amato che cambia bandiera, sposando quella della rivale più odiata. Un tradimento, un'onta, un dispiacere. Tanti sono i modi con cui i napoletani definiscono la scelta del Pipita. La gogna dell'argentino parte seduta stante: sui social impazzano stati e meme contro l'attaccante mentre in via Toledo appare un altarino contro Higuain. Gli autori del gesto appendono al muro del palazzo della Bnl una bandiera di Higuain, modificandola con un vistoso paio di corna e qualche parolaccia. Per terra viene gettata una maglia del Napoli rossa, con il numero 9 e il nome dell'argentino. Tutto intorno vengono affissi fogli di carta con frasi contro il 'traditore'. «Siamo furiosi- spiega uno degli animatori della manifestazione - non ci si comporta così. Higuain era più di un calciatore, era un simbolo e ci ha traditi senza pensarci due volte dimostrando di che pasta è fatto. Maradona non l'avrebbe mai fatto». © Riproduzione riservata