Martedi 12 dicembre 2017 03:43

Sarri si schiera con Gabbiadini: «Basta parlare di lui, lasciatelo sereno»




«Direi di finirla con le domande su di lui, sono condizionanti». Maurizio Sarri prende posizione sul momento di Manolo Gabbiadini, espulso nella partita di oggi. Il Napoli ha vinto 2-1 contro il Crotone, ma la partita dell'attaccante è durata solo mezzora. «Mi dispiace - dice Sarri a Mediaset Premium -, speriamo sia squalificato per una sola giornata. E' un po' introverso, l'essere al centro delle discussioni non lo aiuta. Dovrebbe essere lasciato sereno, ciò non lo aiuta». «Qualcuno ha parlato di un colloquio privato tra me e lui - prosegue l'allenatore del Napoli -, ma non è vero niente. Resta un giocatore forte, tornerà tale. Ha la fiducia di tutti, lo consideriamo un grande giocatore, piano piano ci darà grandi soddisfazioni».

Sul match di oggi: «Abbiamo sempre fatto bene, anche quando abbiamo perso. C'è stato qualche errore a Bergamo, ma nelle altre due partite ci siamo espressi bene. Non era facile quest'oggi a Crotone. Il terreno dello Scida non è degno di un campionato professionistico». «Siamo rimasti in dieci dopo 25 minuti - aggiunge -, ma la partita l'abbiamo tenuta bene. Abbiamo preso goal nel finale, concedendo poco. Mi fa piacere per i ragazzi, meritavano di ritrovare fiducia».

C'è un calciatore nel Napoli che non ha ancora esordito. E' Marko Rog, che attende di vestire la maglia azzurra per la prima volta, Sarri tranquillizza l'ambiente sul suo mancato impiego: «Rog fa parte del nostro progetto. Viene dalla Dinamo Zagabria, è un calcio diverso dal nostro. E' giovane, sta facendo lo stesso percorso di Diawara. Va spesso in nazionale, ha fatto pochi allenamenti con noi. Appena sarà pronto e inserito, lo metterò dentro e diventerà pian piano un giocatore importante». Poi conclude con un monito: «Bisognerà aspettarlo, ha 20 anni. La società ha puntato su giocatori di prospettiva, quindi occorre avere pazienza».

© Riproduzione riservata