Mercoledi 23 agosto 2017 04:11

Sarri: «L’obiettivo non è lo scudetto, lo dimostriamo sul mercato»




«Non abbiamo cambiato gli obiettivi», parola di Maurizio Sarri. Il tecnico del Napoli, nonostante la vittoria per 4-2 a Marassi contro la Sampdoria, resta con i piedi per terra. Vietato parlare di scudetto. « Anche la società, cercando giovani calciatori sul mercato di gennaio, dimostra di non aver modificato gli obiettivi stagionali», afferma Sarri ai microfoni di Mediaset Premium. Sono un amante del ciclismo - prosegue il tecnico -, solitamente chi passa primo sul terzo posto non vince. C'è ancora tanto da giocare. Mi piacerebbe poter dire il contrario ma al momento il nostro storico non mi consente di fare valutazioni diverse». Poi aggiunge: «Quando le risorse economiche sono inferiori rispetto alla concorrenti, si passa dal lavoro e dall'organizzazione societaria. Siamo su buoni livelli, ma ci sono ancora potenzialità. Nella prossima stagione possiamo provare a migliorare. Per quest'anno c'è ancora tanto da lavorare». Sulla gara di oggi: «Siamo stati vogliosi, dimostrando di voler fare risultato. Abbiamo concesso qualcosa di troppo, ma la Sampdoria ha qualità. Dobbiamo lavorare su questo. Nel finale di primo tempo ci siamo abbassati un po'. La sensazione di avere la partita in mano ci ha fatto commettere l'errore di essere leziosi e poco concreti». Complimenti per Hamsik,  «centrocampista completo, bravo sia nella fase difensiva che in quella offensiva», e per Higuain che «sta diventando l'attaccante centrale più forte del mondo». © Riproduzione riservata