Giovedi 18 ottobre 2018 05:23

Napoli, Hamsik: «Cina? Mi avrebbe cambiato la vita. Ancelotti mi ha convinto a restare»
Marekiaro non ha dubbi: «Ancelotti è eccezionale, ci aiuterà ad esprimere le nostre migliori qualità: non vediamo l'ora di giocare partite ufficiali».

23 luglio 2018

Torna a parlare Marek Hamsik. Il centrocampista slovacco, capitano del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sky Sport delle motivazioni che lo hanno portato a restare all'ombra del Vesuvio: «Ancelotti mi ha chiamato tante volte mentre ero a casa dicendomi di volermi in squadra. Sono contento di questa cosa, così come sono contento di essere rimasto. Stiamo lavorando benissimo, siamo sereni, e ieri abbiamo fatto una bella partita (amichevole contro il Carpi, ndr)».

L'idea Cina

L'idea di lasciare Napoli, però, c'è stata davvero: «Andare in Cina mi avrebbe cambiato la vita. Non mi nascondo: ho detto che mi sarebbe piaciuto andare, ma sono felice di continuare a vestire questa maglia». Conclusasi l'era Sarri, tocca all'ex tecnico del Bayern Monaco, guidare la rosa azzurra: «Mi ricorda, per la gestione personale, mister Reja. Ancelotti è una persona eccezionale e ci aiuterà ad esprimere le nostre migliori qualità, non vediamo l'ora di giocare partite ufficiali». Non è mancata qualche parola sul suo nuovo ruolo: «Fare il regista mi piace, sapevo che prima o poi sarebbe arrivato il momento di giocare in quella zona del campo. Sono contento della nuova posizione».

© Riproduzione riservata