Martedi 26 settembre 2017 09:12

Mertens, la moglie: «Non decido io il futuro di Dries»
La moglie di Mertens è di nuovo a Napoli dopo un periodo di assenza, ma a chi le chiede del futuro del marito risponde "non tocca a me decidere"

27 aprile 2017



Il ritorno di Kat. Dopo un periodo di assenza la moglie di Dries Mertens è di nuovo a Napoli. È arrivata qualche giorno fa, dovrebbe ripartire a breve. Forse già entro fine mese. I rapporti col marito, a quanto pare, sembrano distesi. Nelle (poche) uscite pubbliche i due sono apparsi affiatati ma, quello che succede nella coppia è a conoscenza esclusiva dei protagonisti. I bene informati riferiscono di un miglioramento della situazione rispetto ad un mese fa. Restano però i dubbi legati al ruolo della moglie nelle scelte professionali di Mertens. Lo stesso De Laurentiis l'ha tirata in ballo nell'ultima intervista. Ma lei, la bionda Kat, sembra cadere dal pero. A chi le chiede di demordere dal proposito di convincere il marito a lasciare il Napoli, lei risponde serafica «mica decido io». Eppure il suo profilo Instagram è invaso dai commenti dei tifosi. Poche offese, tanti messaggi d'affetto. C'è chi le chiede di «perdonare» Dries, senza specificare per cosa, e chi vuole convincerla ad intervenire per far firmare il rinnovo al compagno.

Rinnovo in stallo

Intorno al nuovo contratto, infatti, ruota il futuro del belga. Senza la firma, sarà addio. Il contratto è in scadenza nel 2018 e - nonostante De Laurentiis non escluda di tenerlo per poi perderlo a parametro zero l'anno prossimo - le possibilità che Mertens lasci Napoli tra qualche mese sono concrete. Il belga pretende un trattamento similare a quello riservato a Insigne. Un contratto ricco, da 4 milioni di euro all'anno. Fermo restando il «sì» della moglie. De Laurentiis è ben disposto e vuole venirgli incontro ma - al momento - la situazione è in stallo. Non mancano i contatti tra la dirigenza e i due avvocati di Bruxelles che curano gli interessi del calciatore ma siamo ancora lontani dalla stretta finale. L'impressione è che maggio potrà essere il mese decisivo.

© Riproduzione riservata