Domenica 19 novembre 2017 03:59

Napoli-Milan 4-2. Sarri: «Migliora la difesa. Milik? È bravo, ma bisogna avere pazienza»




Napoli-Milan 4-2. 6 reti in 2 partite per il Napoli. Ma per Maurizio Sarri è troppo presto per parlare di una squadra che può segnare tanto anche senza Higuain. Nella conferenza stampa post partita, il tecnico si è espresso così: «Due partite sono un arco temporale breve e non si possono avere particolari indicazioni sulla capacità di far goal senza Higuain. Fermo restando che abbiamo giocatori come Insigne e Mertens che sanno come si segna». Cosa serve al Napoli sul mercato? Per Sarri «la situazione dei difensori centrali non è ancora chiara. Non si conoscono i tempi di recupero di Tonelli e perderemo Koulibaly per la Coppa d'Africa. Siamo un po' corti in quel reparto. L'attacco mi dà meno grattacapi. Gabbiadini può anche restare, dipende dalla sua volontà. Io sarei contento di averlo, visto che ha i goal nelle gambe». Su Milik: «Siamo una squadra che palleggia e muove molto il pallone. Serve un centravanti capace di fraseggiare con la squadra. Milik ha queste caratteristiche è già si è inserito bene nonostante stia con noi da poche settimane. Apprende velocemente ed è molto intelligente. Resta il fatto che ha 22 anni e serve pazienza». Il Napoli ha subito 4 goal in 2 partite, ma Sarri è soddisfatto della prestazione della retroguardia nella gara di stasera: «Siamo migliorati nella fase difensiva rispetto a Pescara, abbiamo concesso poco. Il primo goal nasce da un fallo evidente su Jorginho. Siamo sulla strada giusta per quanto riguarda la difesa. Il centrocampo deve coprire un po' meglio il centrocampo, in modo da tenere sempre la linea alta. Purtroppo nei prossimi 90 giorni ci saranno una serie di impegni che renderanno difficile lavorare per risolvere i problemi». Il tecnico non si spiega il motivo per cui è stato espulso questa sera. «Ho solo detto 'che diavolo state facendo' - spiega Sarri -. Non mi sembra che abbia detto chissà cosa. Si vede che è più difficile finire la partita per l'allenatore del Napoli rispetto ad un altro tecnico. Sono sorpreso di aver finito la gara a Pescara».