Napoli, è già calciomercato: sfida al Barcellona per Karsdorp
Gli osservatori del Napoli lo hanno monitorato negli ultimi mesi, riferendo a Giuntoli di un calciatore pronto per giocare in Serie A. Piace anche a Barcellona e Bayern, bisogna far presto per bruciare la concorrenza.

28 febbraio 2017



È già calciomercato in casa Napoli. La clausola nel contratto di Hysaj potrebbe portare l'esterno albanese all'estero. Giuntoli è già al lavoro per il sostituto. Il ds si è messo in contatto con il Feyenoord per Rick Karsdorp. Il giocatore è sul taccuino del Napoli da un paio di mesi. Gli osservatori, dopo averlo visto giocare, hanno garantito: il ragazzo è pronto. Il problema è la concorrenza da battere. L'esterno destro olandese, fresco di esordio in nazionale, è valutato 15 milioni. La cifra, però, è destinata a salire. Sulle sue tracce c'è anche il Barcellona che lo considera l'alternativa ideale a Bellerìn, prima scelta per la fascia destra. Karsdorp piace anche al Manchester United e al Bayern Monaco. I bavaresi perderanno Philipp Lahm a fine stagione ed hanno necessità di individuarne il sostituto.

Una locomotiva sulla fascia

L'interessamento del Bayern non è casuale. Karsdorp, per stile di gioco, è molto simile agli esterni di scuola tedesca. Fisico potente e compatto - è alto 1,84 per 80 chilogrammi -, garantisce una spinta costante lungo la fascia destra. Fermarlo è quasi impossibile quando parte nel lungo. Grazie ad una velocità molto più alta della media, è capace di anticipare sistematicamente l'avversario. Alle doti fisiche è corredata una visione di gioco difficile da trovare in altri calciatori che giocano nel suo ruolo. Sa giocare nello stretto e, nello scacchiere di Sarri, sarebbe il terzino perfetto da associare a Callejon. Lo spagnolo non ama crossare e spesso, manovrando con Hysaj, finisce per toccare il pallone una volta di troppo. Karsdorp è rapido, sa crossare ed è in grado di giocare a tre tocchi. L'olandese, nonostante una chiara propensione alla fase offensiva, sa anche difendere. Lo strapotere fisico gli permette di rientrare con facilità sulla linea difensiva, per dare una mano ai centrali, dandogli la possibilità di accorciare sull'ala o di andare in pressing sugli interni.

© Riproduzione riservata