Venerdi 18 agosto 2017 07:03

Napoli, richiesta alle televisioni: «Non inquadrate settori vuoti e striscioni di contestazione»




Si avvicina l'esordio casalingo del Napoli in Champions League. Questa sera, allo Stadio San Paolo, gli azzurri affronteranno il Benfica, dopo la vittoria della prima giornata contro la Dinamo Kiev. Sugli spalti non ci sarà il pienone. Tutt'altro. Sono circa 40 mila i biglietti venduti per la sfida di stasera. Come già accaduto per le gare di campionato, lo stadio di Fuorigrotta presenterà delle ampie zone vuote. Non mancheranno i contestatori nelle curve, che hanno già fatto sentire la propria voce in occasione della gara contro il Chievo. Il Calcio Napoli, riferisce Repubblica, ha preso una contromisura per evitare che la contestazione e gli spazi vuoti del San Paolo arrivino nelle case di chi vedrà la partita in tv. La società ha chiesto alle televisioni di non inquadrare i settori con scarsa presenza di pubblico, chiedendo altresì di non riprendere gli striscioni di protesta. Anche sul fronte dell'audio il Napoli ha avanzato una richiesta: niente cori di contestazione. La protesta deve restare confinata all'interno del San Paolo.