Martedi 16 ottobre 2018 18:19

Juve-Napoli, Sarri bacchetta Insigne: «Quando esce deve stare zitto»
Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ha commentato la sconfitta patita allo Juventus Stadium. E' finita 2-1, con la rete decisiva siglata da Higuain.


Il Napoli esce ancora una volta sconfitto dallo Juventus Stadium. Stavolta è una rete del grande ex, Gonzalo Higuain, a decidere la sfida. Il tecnico azzurro, Maurizio Sarri, ha commentato così la prestazione dei suoi ai microfoni di Mediaset Premium: «Abbiamo fatto una buona partita. E' stata decisa da due errori difensivi. La prestazione è stata all'altezza, non meritavamo di perdere. Siamo migliorati rispetto alla sfida dello scorso anno». «Siamo rimasti corti quasi per tutta la partita. In avanti - prosegue - siamo un po' stanchi. A causa delle assenze giocano sempre gli stessi. Mi dispiace aver preso goal su una seconda palla che il nostro centrocampo non ha attaccato».

Sull'1-1 Sarri ha sostituito Insigne, inserendo Giaccherini al suo posto. La reazione polemica del giocatore non è piaciuta al tecnico. «Quando esce deve stare zitto. Se c'è qualcosa da chiarire, se ne parla domani. L'ho visto stirarsi più di una volta, la deduzione era che non stesse al massimo». Su Higuain: «Continuo a volergli bene. Con me è stato correttissimo, mi ha fatto solo del bene. Mi fa male vederlo con la maglia della Juventus, ma resto affezionato a lui. Probabilmente tra dieci anni ci sentiremo ancora».

Dopo la sconfitta il Napoli scende a -7 dalla Juventus, allontanandosi dalla prima posizione. Sarri ribadisce la sua posizione: gli azzurri non sono candidati al titolo. «La società, anche giustamente, ha deciso di puntare sui giovani dopo la cessione di Higuain. Se l'intenzione era competere per il vertice, si compravano giocatori già fatti. Il percorso è lungo, non possiamo essere competitivi per lo scudetto quest'anno».

© Riproduzione riservata