Sabato 16 dicembre 2017 07:26

Immobile tentato dal Napoli, ma Emery gli chiede di restare




«Giocare nel Napoli è il mio sogno, è la squadra per cui faccio il tifo». Ciro Immobile lascia la porta socchiusa, nonostante definisca l'esperienza al Siviglia «positiva». «Vedremo cosa succede a gennaio», conclude l'attaccante di Torre Annunziata in un'intervista a Radio Kiss Kiss. Nonostante non lesini belle parole alla sua attuale squadra, Immobile ha voglia di giocare. Reduce da una stagione in chiaroscuro con il Borussia Dortmund dopo i lustri torinisti, cercava riscatto in Andalusia. Ma le cose, finora, non sono andate come si aspettava. Solo 7 presenze in campionato, con una sola rete, per un totale di 255 minuti giocati. Troppo poco per un attaccante di 24 anni che insegue il sogno di andare agli europei. La soluzione ottimale sarebbe il ritorno in Italia a gennaio. Il campionato di casa gli è più congeniale. Nessun problema di lingua, e un bonus di credibilità da spendere dopo i tanti goal di due stagioni fa. Ma l'operazione ritorno è più difficile di quanto appaia. C'è il lato motivazionale: Immobile non vuole gettare la spugna per la seconda volta dopo aver abbandonato la Germania. E ci sono i problemi legati ad una eventuale cessione: il Siviglia lo darebbe via a titolo definitivo e non vuole venderlo per una cifra inferiore ai 10 milioni, la valutazione attuale della punta. Il Napoli, in Serie A, sarebbe l'unica squadra a potersi permettere un'operazione di questo tipo a gennaio. Tra quelle interessate, s'intende. Sampdoria e Torino, che pure sognano i servigi del bomber esploso a Pescara, possono prenderlo sono in prestito, formula sgradita agli andalusi. Tra il Napoli e Immobile, però c'è un ostacolo: Gabbiadini. Se non si muove l'attaccante bergamasco, non ci saranno altri arrivi in attacco. Un'altra punta chiuderebbe definitivamente gli spazi all'ex doriano che, invece, si aspetta un maggiore impiego da Sarri. E il Siviglia? Finora il club non ha preso posizione. L'unico che ha parlato di Immobile è stato il tecnico. Unay Emery, nella conferenza stampa di oggi, si è pronunciato positivamente sull'attaccante. «Ho parlato varie volte con Ciro - ha dichiarato Emery -, è contento in linea generale. Vuole giocare e lo dimostra con rispetto. Finora è stato impiegato poco, ma ha sempre fatto bene quando è stato chiamato in causa. Gli chiedo di continuare ad impegnarsi negli allenamenti, in modo da guadagnarsi più spazio». © Riproduzione riservata