Martedi 12 dicembre 2017 01:57

Il San Paolo fa tremare Fuorigrotta, la Procura apre un’inchiesta




NAPOLI - La storia si ripete. Alcuni residenti del Rione Miraglia, agglomerato di palazzine in tufo che costeggia la Curva B, hanno presentato denuncia... contro il San Paolo. Preoccupati dalle vibrazioni dello stadio durante le partite, hanno allertato la Procura che ha deciso di andare a fondo. Il procuratore aggiunto Nunzio Fragliasso ha deciso di chiedere accesso al San Paolo, formando un pool di tre docenti di ingegneria e un gruppo di agenti di polizia municipale che ha effettuato un sopralluogo formale per verificare la tenuta dell'impianto. Il fascicolo è stato aperto contro ignoti, l'inchiesta ipotizza (ma è un'ipotesi di scuola) addirittura il pericolo di crollo del San Paolo. In realtà la questione del tremolio del gigante di Fuorigrotta si ripropone ciclicamente. Già nella primavera del 1989 le allora 128 famiglie del Rione Miraglia presentarono un esposto al sindaco, al prefetto e alle strutture competenti per lamentare che, ad ogni goal del Napoli, la terra tremava come se si stesse verificando un terremoto. Anche negli anni successivi, in più di un'occasione, i residenti delle palazzine a due passi dal San Paolo hanno lamentato timori circa la tenuta strutturale dell'impianto e delle loro abitazioni. © Riproduzione riservata