Mercoledi 22 novembre 2017 10:24

Premio Bearzot, Sarri: «Dedicato ai tifosi. Napoli? Non siamo inferiori a nessuno»
Il tecnico partenopeo ha dedicato il premio ai tifosi del Napoli. De Laurentiis: «Finché lavoreremo bene insieme non c'è bisogno di alcuna clausola».

30 maggio 2017



Giornata importante per Maurizio Sarri. Il tecnico del Napoli ha ritirato il premio Enzo Bearzot presso il Salone d’Onore del Coni a Roma: «Dedico questo premio ai tifosi del Napoli, visto che non sono riuscito a dedicargli un traguardo che mi piacerebbe molto regalargli». Tante le parole di riconoscimento per i partenopei: «Con la città ho un rapporto particolare ed i tifosi ci sono sempre stati vicini. Anche dopo dei pareggi, il pubblico ha accettato il risultato per il gioco espresso. Credo sia sintomo di grande cultura».

Sul Napoli

«Il segreto di questa squadra? È che i ragazzi si divertono: è come allenare degli uomini che dentro sono ancora bambini». Non sono mancate parole d'encomio per la squadra: «Il livello del nostro calcio è molto sottovalutato. Siamo competitivi e tatticamente non siamo inferiori a nessuno. Abbiamo tanti giovani di grande talento e in questa ultima di campionato tutte le squadre hanno lottato fino alla fine, è segno di una crescita sul piano della mentalità».

L'incontro con De Laurentiis

Questa mattina c’è stato un meeting tra il tecnico del Napoli e il patron azzurro. I due hanno discusso della situazione contrattuale dell'allenatore e dei possibili acquisti estivi. Sarri ha un contratto in scadenza nel 2020 e una clausola che partirà dalla prossima estate. Al margine della consegna del premio al tecnico partenopeo è intervenuto proprio il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis: «Abbiamo fatto un po' di mercato, non possiamo sbagliare gli innesti che Maurizio reputa necessari. Finché lavoreremo bene insieme non c'è bisogno di alcuna clausola».

© Riproduzione riservata