Mercoledi 13 dicembre 2017 05:30

San Paolo, bocciata la proposta di De Laurentiis: «Troppo pochi 41.000 posti»




NAPOLI - Altro stop nella sempre più complessa questione del riammodernamento del San Paolo. Nella giornata di oggi è stata infatti approvata una delibera comunale, a firma dell'assessore Ciro Borriello, che, in sintesi, boccia il progetto di De Laurentiis. Tra i punti che non hanno convinto Palazzo San Giacomo, la proposta della riduzione della capienza da 60.240 a 41.000 posti, che rischia di «escludere dallo stadio una parte notevole di tifosi proprio da quelle partite di cartello che più delle altre infiammano la tifoseria partenopea, notoriamente e tradizionalmente tra le più appassionate del mondo». Respinta anche la richiesta da parte della SSC Napoli della concessione esclusiva per 99 anni senza pagamento di canone in favore del Comune, che - si legge nella nota - «determinerebbe un effetto non dissimile da una improponibile cessione gratuita». Respinto, dunque, il piano di fattiblità del patron azzurro. Tuttavia nell'atto deliberativo l'Amministrazione ha specificato che, allo scopo di «perseguire l'obiettivo di una corretta collaborazione con la SSC Napoli, in modo da addivenire ad una soluzione che consenta di soddisfare le esigenze della squadra che rappresenta la città e gli interessi pubblici coinvolti nel procedimento»,a società partenopea è stata invitata a presentare un ulteriore studio di fattibilità, «maggiormente rispondente agli interessi sia della città che dei tifosi», entro i prossimi 45 giorni. © Riproduzione riservata