Martedi 17 ottobre 2017 22:29

Il Napoli è lontano da Icardi, Wanda Nara sogna un nuovo accordo con l’Inter




E' la seconda telenovela dell'estate del calciomercato. Anzi, è il secondo capitolo della telenovela iniziata con l'addio di Higuain. La trattativa tra il club azzurro e Mauro Icardi è l'intrigo di mercato più chiacchierato. L'Inter non molla. Tramite i propri dirigenti continua a far sapere che l'attaccante è incedibile. Thohir ha fatto sapere che oltre i 60 milioni se ne può parlare, ma l'impressione è che il Napoli debba spingersi molto oltre quella cifra per aggiudicarsi il capocannoniere della Serie A 2015. DUE TAVOLI PER WANDA - Il Napoli, per Icardi, non ha molto in mano. Può contare su un'intesa di massima con la moglie e agente del calciatore, Wanda Nara, ma l'impressione è che la donna stia giocando su due tavoli. Anzi, stia usando le fiches di un tavolo per vincere altrove. La proposta di De Laurentiis da 6 milioni più bonus e diritti di immagine è il punto di partenza da cui Wanda vuole partire per trattare il nuovo stipendio con l'Inter, il vero obiettivo della coppia più social del calcio italiano. LA QUESTIONE DEL 'RICONOSCIMENTO' - L'Inter, però, nicchia. La dirigenza nerazzurra ha poca voglia di aumentare lo stipendio ad Icardi senza un vero rinnovo. Wanda Nara, però, è stata chiara: non c'è l'intenzione di posticipare la scadenza del contratto, l'unico obiettivo è ricevere un aumento. O, come si definisce di questi tempi, un riconoscimento. Il pressing della procace bionda dura da più di un mese ma finora non ha ottenuto particolari risultati. L'Inter è disposta a sedersi al tavolo quando chiuderà il mercato, ma non ha intenzione di pareggiare l'offerta del Napoli. E ICARDI? - L'argentino ha giocato, questa notte, nella partita persa per 4-1 contro il Bayern Monaco nell'International Champions Cup. Mancini lo ha schierato negli ultimi venti minuti e Icardi ha segnato la rete della bandiera interista. A fine partita il tecnico, pungolato sul futuro di Icardi, ha risposto: «E'  il nostro capitano, in futuro non posso sapere quello che succederà». © Riproduzione riservata