Domenica 19 novembre 2017 01:50

Esordio col botto per “Mister Felicità”, Siani principe del box office

02 gennaio 2017



Capodanno col botto per Mister Felicità, la nuova commedia di Alessandro Siani che ha esordito ieri nelle sale. Secondo le rilevazioni al box office di Cinetel, il film si è piazzato al primo posto nella classifica di presenze in sala del 1 gennaio. Con 261.940 presenze e un incasso di 1.883.377 euro, Mister Felicità ha nettamente staccato il secondo in classifica, il film Disney Oceania, fermo a quota 161.025 presenze. Festeggia anche Poveri ma ricchi, commedia regina nell'ultima settimana del 2016, con 72.001 spettatori.Nelle retrovie Natale a Londra-Dio salvi la Regina, prodotto da Aurelio De Laurentiis, al nono posto con meno di 36 mila presenze.

La trama di Mister Felicità

Siani torna al cinema con una nuova commedia, la terza da regista. Mister Felicità è un inno all'ottimismo, come ha spiegato lo stesso attore nella conferenza stampa di presentazione del film. «C'è tanta mancanza di ottimismo nell'affrontare la vita, oltre una grande confusione e rabbia per tutto quello che ci succede intorno. Rialzarsi dopo una caduta è quello che mi ha stimolato a scrivere questo film. La capacità di dare entusiasmo a chi magari non ha la forza in sé». Siani nel film interpreta Martino, un pessimista cronico, mantenuto dalla sorella Caterina (Cristiana Dell'Anna), che attraverso gli insegnamenti di un maestro della motivazione (Diego Abatantuono) dovrà convincere la campionessa italiana di pattinaggio Arianna Crof (Elena Cucci) a partecipare ai campionati europei dopo una brutta caduta.

Che film è?

Mister Felicità ci restituisce un Siani in ottima forma. Tante le battute azzeccate, buono il ritmo. Abatantuono è una scelta azzeccata e sa fondere i tempi comici con quelli dell'attore partenopeo. Dolcissimo il sorriso di Elena Cucci, ideale nel ruolo della pattinatrice in crisi. La commedia non annoia ma in alcuni punti si perde in qualche smielatezza di troppo. Nel film ricorrono alcuni elementi dei precedenti lavori di Siani. C'è la componente sentimentale basata sull'incontro tra un napoletano povero e una donna elitaria come già si era visto in "Il principe abusivo". Ricorre la figura del cognato preso in giro perché poco avvenente come in "Si accettano miracoli". L'impressione è che Mister Felicità concluda una trilogia di film di successo, uniti da tanti punti in comune. Dal prossimo lavoro Siani sarà chiamato ad una svolta. Ha tanta comicità, anche corrosiva, da mettere in campo.

© Riproduzione riservata