Bacio lesbo nei “Bastardi di Pizzofalcone”, e Lupi si indigna

03 febbraio 2017

No, non l'ha presa bene. Le scene lesbo apparse nell'ultima puntata di "I Bastardi di Pizzofalcone", la fiction di Rai1 tratta dai romanzi di Maurizio De Giovanni, non sono piaciute a Maurizio Lupi. «È troppo se chiediamo alla Rai di Campo dell’Orto di tenere la propaganda della sessualità libera, sia essa etero o omo, fuori dalla prima serata? È proprio necessario che in qualsiasi trasmissione, sia un talk show, un festival canoro, una produzione di Rai Fiction quale che ne sia il genere, commedia o poliziesco, debba contenere scene esplicite di sesso omosessuale?», si chiede Lupi, presidente dei deputati di Area Popolare. «A quell’ora - prosegue -. i bambini davanti alla televisione sono tanti. Fino a quando noi cattolici, ma chiunque ancora creda nella funzione educativa della famiglia, dovremo finanziare con il nostro canone l’incontinenza visiva e le pulsioni ideologiche e non solo di registi e autori pagati con il denaro pubblico?»

«Non si tratta di essere bacchettoni»

Poi aggiunge: «Non si tratta di essere bacchettoni. Ho difeso con forza la fiction sul commissario Rocco Schiavone da strumentali attacchi moralisti perché aveva una sua ragion d’essere e una sua coerenza narrativa che in questo caso sono assolutamente irrintracciabili». E chi pensa che la polemica non avrà strascichi si sbaglia di grosso. «Rai 1 ha una sua immagine e una sua tradizione, a torto o a ragione è ancora considerata una rete per famiglie. Su questo episodio faremo un’interrogazione in Commissione di vigilanza Rai», conclude Lupi. Tutto nasce da un articolo apparso su Avvenire, quotidiano di informazione cattolica, in cui si parla di "deriva ideologica" in merito alla scelta di mostrare scene di amore omosessuale nei programmi Rai. Nel pezzo, in sintesi, si anticipano le tesi avanzate da Maurizio Lupi su facebook.

La risposta di Gassmann

La risposta alle polemiche è arrivata da Alessandro Gassmann, che attraverso twitter ha dichiarato: «Voglio ringraziare l'Avvenire per la polemica sulle scene lesbo di Pizzofalcone! Portano bene! A lunedì!!». Porteranno bene, forse. Ma, nel 2017, indicare come "scelta ideologica" la decisione di mostrare scene d'amore lesbo appare stravagante. L'Italia sta compiendo passi in avanti per quanto concerne i diritti degli omosessuali anche sul piano legislativo. L'esempio sono le unioni civili, promosse dal governo di cui Lupi era ministro.

© Riproduzione riservata