Venerdi 22 settembre 2017 11:49

Pescara-Lazio, violenti scontri tra ultras all’esterno dell’Adriatico
Tra le due tifoserie persiste un'accesa rivalità che risale addirittura agli anni Settanta

05 febbraio 2017



PESCARA - Violenti scontri tra ultras si sono verificati questo pomeriggio all'esterno dello stadio "Adriatico" poco prima dell'inizio della partita tra Pescara e Lazio, terminata 6-2 per i biancocelesti. Dal punto di vista dell'ordine pubblico si trattava, com'è noto, di una partita a forte rischio incidenti.

Una faida iniziata 40 anni fa

Tra le due tifoserie persiste infatti un'accesa rivalità che risale addirittura agli anni Settanta, per la precisione dalla stagione 1977/78 quando, in occasione della prima sfida tra le due squadre in serie A, centinaia di tifosi abruzzesi giunti a Roma per la partita furono oggetto di ripetute e violente aggressioni da parte degli ultras di casa, che non risparmiarono neanche donne e bambini.

In occasione della partita di ritorno, a Pescara si scatenò una vera e propria caccia al laziale. Le cose non sono purtroppo cambiate molto, e ancora oggi continua un'assurda faida tra pseudotifosi iniziata 40 anni fa. Oggi, in viale Pindaro, a poca distanza dall'impianto cittadino, le frange estreme delle due squadre sono venute a contatto e, come è possibile vedere da un video pubblicato su Youtube,  si sono affrontate in strada senza esclusione di colpi.

© Riproduzione riservata