Mercoledi 22 novembre 2017 04:32

Giro di false fatture da 60 milioni di euro, in manette due imprenditori di Livorno

08 febbraio 2017



LIVORNO  - Una maxi operazione anti frode fiscale della Guardia di finanza di Livorno e Agenzia delle dogane nel settore del commercio dei prodotti hi-tech, coordinata dalla Procura di Livorno, ha consentito di individuare un giro di fatture false da 60 milioni di euro e una serie di triangolazioni fittizie tra Francia, Germania, Bolzano, Livorno e Avellino.

L'accusa è associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale per otto persone, con due arresti e due obblighi di firma e sequestro preventivo di conti correnti immobili e auto per 4 milioni di euro.

A finire ai domiciliari, su ordinanza del gip di Livorno, due imprenditori livornesi, mentre per altri due cittadini è stata applicata la misura dell'obbligo di firma, con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale.

© Riproduzione riservata