Venerdi 20 ottobre 2017 16:00

Luca Toni aggredito da una banda di teppisti ad Avellino: «Ho avuto paura! I vigili sono rimasti immobili»

11 febbraio 2017



AVELLINO - Brutta avventura quella vissuta nel pomeriggio di oggi da Luca Toni, aggredito da alcuni teppisti mentre era diretto allo stadio Partenio di Avellino in compagnia del presidente dell'Hellas Verona. A raccontare quanto accaduto è stato lo stesso ex calciatore: "È stato un episodio veramente brutto - ha dichiarato ai microfoni di Sky - Eravamo in macchina verso lo stadio, in fila, di fianco a me il presidente con una sciarpa gialloblu, che non era neppure dell'Hellas Verona. Vicino ci passa un gruppo di ragazzi, probabilmente pensando fossimo tifosi. Arrivati a una rotonda, siamo stati accerchiati da circa 15 persone, che, ripeto, non reputo tifosi. Hanno tirato pugni e calci all'auto, uno ha sfondato il vetro.

«Vigili immobili! Ho avuto paura»

È stato bravo l’autista, abile a muoversi in fretta - ha proseguito nel racconto Luca Toni - Nel frattempo è arrivata dal finestrino anche una birra di vetro che ha colpito Setti,fortunatamente solo sullo stomaco. Siamo scossi, il problema è che dentro la macchina ci poteva essere chiunque, è stato un agguato non premeditato: non so cosa possa passare per la testa queste persone. Sinceramente ho avuto molta paura. Mi dispiace che ad appena venti metri c’erano dei vigili, che invece di venire a darci una mano si sono girati e non hanno fatto nulla. È un peccato, pensavo di sentirmi protetto. Tento a ripetere che il calcio deve essere un momento di festa.

© Riproduzione riservata