Sabato 18 novembre 2017 16:59

La terra continua a tremare: tre forti scosse di terremoto nel Centro Italia. Avvertite anche a Napoli
La scossa è stata registrata anche dai sismografi dell'Osservatorio vesuviano

18 gennaio 2017



MONTEREALE (AQ) - Paura nel Centro Italia dove alle 11:26 è stata avvertita una terza forte scossa di terremoto di magnitudo 5.6.

La terra, dunque, continua a tremare. Già alle 10:25 c'era stata un'altra scossa di magnitudo 5.3, avvertita anche a Roma. Il sisma è avvenuto tra L'Aquila e Rieti, nella zona di Montereale, in provincia de L'Aquila. L'epicentro è a una profondità di 9 chilometri.

Gli altri comuni che hanno avvertito la scossa sono: Capitignano, Campotosto, Amatrice e Cagnano Amiterno. Rispetto ai capoluoghi e alla capitale, la scossa  è avvenuta 28 chilometri a sud-ovest di Ascoli Piceno, 36 chilometri a nord dell'Aquila e 111 chilometri a nord-est della Capitale.

La scossa è stata registrata anche dai sismografi dell'Osservatorio vesuviano

Danni nelle zone già colpite dal terremoto

Nelle zone già terremotate e nei comuni di Amatrice e Accumoli, si sono verificati alcuni crolli. Ad Amatrice è crollato ciò che restava del campanile della chiesa di Sant'Agostino. L'edificio religioso era già stato gravemente danneggiato dal sisma che distrusse del paese del reatino. Ora la torre campanaria di Sant'Agostino, dopo le due scosse di stamane, è definitivamente crollata. Ma non solo, è crollato anche parte di un cornicione della scuola alberghiera Sul posto i vigili del fuoco che stanno compiendo ulteriori verifiche, rese complesse dalla presenza di molta neve.

Evacuate le scuole a Rieti

Gli studenti di diverse scuole di Rieti sono stati fatti uscire precauzionalmente, come previsto dai piani di sicurezza, in seguito alla scossa di magnitudo 5.3 registrata alle 10.25 di questa mattina.

© Riproduzione riservata