Lunedi 20 novembre 2017 08:40

Italrugby nella storia, gli azzurri battono il Sudafrica 20-18 per la prima volta

19 novembre 2016



FIRENZE - Storica impresa dell'Italrugby che allo stadio Artemio Franchi di Firenze batte il Sudafrica 20-18. Springboks battuti dopo 12 sconfitte consecutive e così l'Italia di Conor O'Shea si rialza dopo il pesante ko subito dalla Nuova Zelanda la scorsa settimana.

Primo tempo

Gli azzurri partono forte ma subiscono la meta di Habana dopo appena 9 minuti. L'Italia reagisce subito e colpisce con il sudafricano in azzurro Dries van Schalkwyk che schiaccia per il pari italiano. Carlo Canna trasforma un difficile calcio per il 7-5.

Gli springboks si rituffano in attacco e si portano sul 12-5 grazie alla meta di Damian De Allende ed il calcio di Lambie. Al 29' gli azzurri si guadagnano un calcio di punizione che Padovani sfrutta per accorciare le distanze, 12-10.

La ripresa

Il secondo tempo parte in salita per l'Italia che deve gestire una difficile inferiorità numerica per il giallo di Fuser. Il Sudafrica attacca cercando la meta ma alla fine si accontenta di un calcio da tre punti. Gli azzurri reggono bene l'inferiorità e quando Fuser rientra l'Italia trova la meta con Venditti ed i pali con Canna, è 17-15. Il vantaggio dura poco,  Jantjies va per il calcio e riporta il Sudafrica avanti di un punto.

Cuore Italia

L'Italia questa volta non molla e risponde subito con Canna che infila l'ovale tra i pali per il definitivo 20-18. Gli All Blacks  ed i fantasmi dell'Olimpico sono ormai alle spalle, Conor O'Shea e l'Italrugby si godono la storica vittoria.

© Riproduzione riservata