Domenica 19 novembre 2017 16:57

Sanità. Ricette false in cambio di farmaci, sgominata organizzazione criminale fra Napoli e Roma

20 dicembre 2016



ROMA - Un'operazione congiunta dei Nas dei Carabinieri di Roma e Napoli, supportati da quelli del comando provinciale partenopeo, ha permesso di porre fine a un giro di truffe perpetrate ai danni della sanità pubblica.

Sono quattro le ordinanze di custodia cautelare attuate dai militari per conto della magistratura del Tribunale di Roma, nell'ambito di un'indagine preliminare. L'obiettivo dei magistrati sono gli appartenenti a un'organizzazione criminale rea d'aver perpetrato truffe aggravate ai danni del servizio sanitario nazionale, d'aver contribuito alla ricettazione e alla falsificazione di ricette mediche, utili a fare grandi scorte di medicinali che sarebbero stati poi rivenduti a nero.

Stando alle indagini della Procura della Repubblica di Roma, gli appartenenti all'organizzazione - tutti napoletani - eseguivano periodicamente "visite" nelle farmacie di Roma. L'obiettivo era quello di fare incetta di farmaci attraverso l'utilizzo di ricette false, in special modo di quei medicinali periodicamente non disponibili nelle farmacie, molto richiesti e ben pagati all'estero.

Il giro messo su dai facinorosi sarebbe valso, stando alle indagini, 350mila euro. Una somma enorme, che secondo il sistema ben collaudato ha dovuto rimetterci di tasca propria il servizio di previdenza sanitaria pubblico.

© Riproduzione riservata