Mercoledi 22 novembre 2017 19:08

E’ ufficiale, la ricetta medica cartacea va in pensione. Arriva quella elettronica




E' ufficialmente andata in pensione la vecchia ricetta medica cartacea dando spazio a quella elettronica. Da oggi, 1 marzo 2016, dunque per prescrivere un farmaco il medico si collegherà a un sistema informatico, lo stesso visibile al farmacista che consegnerà il prodotto al cittadino che avrà la possibilità di ritirare il suo farmaco ovunque, in tutte le farmacie d’Italia, seppur pagando il ticket sempre alla propria regione di provenienza. L'informatizzazione della ricetta permetterà infatti di poter visualizzare la tracciabilità delle prescrizioni mediche ovunque si trovi il paziente e decida di acquistarle. Si tratta di un sistema che non solo recepisce una riforma varata da una legge nel dicembre scorso, e risparmia carta preziosa, ma controlla meglio così eventuali truffe sulle fustelle, la falsificazione delle ricette ed abusi in caso di furti dei ricettari. Tra i vantaggi per i pazienti, anche quello di poter ricevere la ricetta tramite posta elettronica. Il proprio medico, inoltre, comunicherà direttamente con il database dei farmacisti, mentre a carico delle regioni spetterà l’onere di scambiarsi le informazioni dei pazienti ed i medicinali prescritti per procedere ai relativi rimborsi, per le esenzioni ormai valide anche fuori regione. D'altro canto la dematerializzazione della ricetta medica non entusiasma tutti i medici di base dal momento che il tutto potrebbe comportare un aggravio del lavoro burocratico togliendo tempo alle visite dei pazienti. © Riproduzione riservata