Martedi 19 settembre 2017 21:03

Frodi assicurative, arriva l’intesa tra la Procura di Napoli e l’Ania

01 giugno 2017



NAPOLI -  Una squadra di magistrati, quelli della settima sezione, della Procura di Napoli si concentrerà sul crescente fenomeno delle frodi alle assicurazioni. Con loro sarà impegnata la polizia di Stato della sezione giudiziaria e le assicurazioni che indicheranno un unico referente che si interfacci con i pm per garantire un veloce e agile scambio di informazioni utili a debellare quello che si verifica sempre più spesso non solo a Napoli ma anche nelle zone limitrofe.

Sono questi i punti salienti del protocollo d’intesa siglato ieri dal procuratore facente funzioni di Napoli Nunzio Fragliasso e i rappresentanti dell’Ania. Alla firma hanno aderito ben ventuno compagnie assicuratrici a livello nazionale.

«Oggi non si tratta più di singole iniziative – ha sottolineato Fragliasso – ma di un vero e proprio fenomeno criminale in cui operano stabilmente una pluralità di soggetti tra cui professionisti, tecnici, avvocati e a volte figure istituzionali, perfino giudici chiamati a pronunciarsi». A tal fine il procuratore ha ricordato che l’impegno su questo fronte è partito già sotto la guida del procuratore Colangelo. «L’obiettivo - ha concluso - è quello di affinare competenze e tecniche investigative».

© Riproduzione riservata