Venerdi 22 settembre 2017 04:51

Arrestato il reggente del Clan Gionta, ha solo 24 anni




NAPOLI - Nuovo colpo al clan Gionta che da decenni domina l'area di Torre Annunziata. Gaetano Amoruso è stato arrestato oggi dai carabinieri della cittadina vesuviana per associazione di tipo mafioso su disposizione del Gip del Tribunale di Napoli in base alla richiesta della Direzione distrettuale antimafia partenopea. Amoruso, secondo gli inquirenti, ha assunto il ruolo di reggente del gruppo criminale dopo gli arresti degli ultimi anni che hanno, di volta in volta, decapitato il clan. In una nota a firma del procuratore aggiunto Filippo Beatrice, si sottolinea che il ruolo apicale assunto da Amoruso sia venuto fuori da indagini svolte da marzo a settembre 2015. Il genero del boss, detenuto in regime di 41 bis, ha «assunto ruolo di direzione all'interno del sodalizio, prendendo decisioni strategiche e operative'' e, occupandosi "della imposizione e gestione delle estorsioni ai commercianti e imprenditori di Torre Annunziata, detenendo ingenti somme di denaro, avendo la gestione e custodendo la cassa comune della cosca, come riscontrato dal sequestro di 11.100 euro presso la sua abitazione il 19 marzo scorso». Amoruso, 23 anni, è considerato uno degli enfant prodige della malavita organizzata dell'area vesuviana. Già prima di compiere la maggiore età, a 16 anni, gli inquirenti lo identificano come un personaggio di spicco del clan, di quelli che possono sedersi al tavolo con i capi a discutere di strategie. Poi la lunga risalita nelle gerarchie, da voce autorevole a capo del gruppo, fino all'arresto. © Riproduzione riservata