Venerdi 24 novembre 2017 23:14

Bruciata viva dall’ex compagno a Pozzuoli, la donna per la prima volta risponde ai magistrati




NAPOLI - Per la prima volta ieri pomeriggio, Carla, la 38enne incinta alla 34esima settimana bruciata viva dal proprio compagno a Pozzuoli, in via Vecchia delle Vigne, al culmine di una lite e ricoverata al reparto di rianimazione del Cardarelli, è stata in grado di rispondere alle domande dei magistrati raccontando le fasi dell'aggressione che l'hanno ridotta in fin di vita. Già nei giorni scorsi i pm si erano recati in ospedale per ascoltarla ma senza riuscirvi. Solo ieri la donna è riuscita a rispondere alle domande e a portare a conoscenza dei magistrati del suo rapporto con il 40enne, padre della bimba nata prematura ma che gode di ottima salute. Da quanto appreso i pm ritorneranno in ospedale nei prossimi giorni per acquisire altri elementi utili all'inchiesta, dopodiché formuleranno la richiesta di rinvio a giudizio nei confronti dell'ex compagno di Carla. © Riproduzione riservata