Giovedi 21 settembre 2017 12:28

Scampia, la figlia del boss occupa la casa del vicino novantenne

02 giugno 2017



Un novantenne rientra da un viaggio di una settimana e trova la sua casa occupata: è successo a Scampia, dove l'uomo risiede in una abitazione assegnatagli dallo IACP. L'anziano signore, rientrato ieri, non è riuscito ad aprire con le sue chiavi ed ha quindi chiamato i vigili del fuoco e i carabinieri della stazione 167. I vigili sono riusciti a entrare in casa entrando da una finestra e si sono trovati in un appartamento completamente svuotato: mancavano gli abiti e gli effetti personali; scomparsi tutti i ricordi della moglie defunta dell'uomo, svuotati i mobili.  A tentare di impossessarsi della casa è stata la vicina dell'uomo, figlia di uno dei boss coinvolti nella faida del 2004, che ha confessato di essere stata lei a scassinare la casa, pensando che il vecchietto se ne fosse andato via, ma rifiuta di consegnare le chiavi. La donna era intenzionata a trasferirsi nell'abitazione con il compagno e il figlio piccolo. Il proprietario, dopo ulteriore cambio di serratura, è stato rimesso in possesso della sua casa.

© Riproduzione riservata