Maxi incendio a Giugliano nei pressi di un campo rom. Bruciano rifiuti speciali




GIUGLIANO IN CAMPANIA (NA) - Ennesimo incendio si è sviluppato a ridosso di un campo rom alla periferia di Giugliano, in provincia di Napoli dove una colonna di fumo nero é visibile a chilometri di distanza. Sul posto la polizia del commissariato di Giugliano e tre autobotti dei vigili del fuoco intenti non solo a domare le fiamme del rogo tossico ma anche per tenere alla larga anche numerosi curiosi giunti sul posto. L'incendio essendo divampato a ridosso di un campo rom, gli agenti del locale commissariato di polizia stanno procedendo anche all'evacuazione temporanea della struttura e alla sospensione dell'erogazione del gas metano. Operazioni che sono rese più complicate anche per la presenza all'interno del campo di alcune persone agli arresti domiciliari e che non possono allontanarsi dalla zona. Proprio nelle scorse settimane, sempre i poliziotti del locale commissariato di polizia, coordinati dal primo dirigente Pasquale Trocino, avevano di intesa con la Procura della Repubblica di Napoli Nord proceduto al sequestro di alcune vaste aree dove erano stati stoccati illecitamente rifiuti di ogni tipo. Da tempo sono stati inoltre intensificati i controlli condotti da pattuglie miste di polizia ed Esercito. Quanto all'incendio si apprende che è di origine dolosa essendo andati a fuoco rifiuti speciali e diversi pneumatici sversati illegalmente in una delle tante discariche illegali della zona. Nella stessa giornata anche un altro incendio è scoppiato in via Sibilla a Cuma alla periferia di Pozzuoli, in provincia di Napoli. Anche in questo caso a bruciare sono sterpaglie e materiale plastico. Sul posto sono presenti i vigili del fuoco. © Riproduzione riservata