Giovedi 24 agosto 2017 03:19

Colti in flagrante con la ‘bustarella’, arrestati due dipendenti del Comune di Napoli




NAPOLI - Si lasciavano corrompere a suon di bustarelle. Due dipendenti dell’ufficio tributi di Napoli sono stati arrestati in flagranza dai carabinieri insieme a un imprenditore, immediatamente dopo aver ricevuto del denaro, in pratica il prezzo per “facilitare” il pagamento “a rate” di una ingente somma dovuta per 2 cartelle Tari relative a tasse sui rifiuti non pagate. I due impiegati infedeli e l'imprenditore  sono stati bloccati all'uscita di un bar dell’adiacente ufficio tributi. Immediatamente prima, nel locale, era avvenuta la consegna del denaro, consegna pattuita per procedere alla rateizzazione (impossibile da ottenere legalmente). I carabinieri hanno persquisito i soggetti, rinvenendo il denaro, poi  sottoposto a sequestro. I militari, a quel punto, hanno arrestato in flagranza di corruzione per un atto contrario ai doveri di ufficio entrambi i dipendenti dell’ufficio tributi nonché il corruttore: un uomo di 70 anni che operava da intermediario tra una società che doveva pagare le cartelle e gli impiegati. Gli arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari. © Riproduzione riservata