Venerdi 24 novembre 2017 21:19

Gigi D’Alessio ospite del PD. Da Torino: «Revocate l’invito, coinvolto in situazioni poco trasparenti»




TORINO - Una nuova polemica coinvolge Gigi D'Alessio che nei giorni scorsi era stato invitato come ospite alla festa dell'Unità dal Partito Democratico a Torino. Il cantante dovrebbe intervenire il prossimo 3 settembre per dire la sua sull'argomento della serata, i diritti di autore, ma a criticare la presenza di D'Alessio è un esponente locale dello stesso PD, Raffaele Bianco: «Leggendo i giornali di oggi salta all’occhio una vicenda che parrebbe legata a debiti ed a episodi da chiarire in sede giudiziaria del noto cantante napoletano Gigi D’Alessio. Il cantante sembrerebbe infatti coinvolto in vicende di pignoramenti, debiti, libretti auto falsi, transazioni poco limpide, ipoteche ed azioni giudiziarie varie». A far storcere il naso al capogruppo di Brugliasco e vicepresidente di Torino del PD è la recente intervista rilasciata dal cantante partenopeo al Corriere della Sera in cui ha rilevato  i problemi economici che lo attanagliano. La richiesta di Bianco è chiara: «Penso che alla luce di questa situazione poco trasparente il Partito Democratico non possa far finta di niente chiudendo un occhio; bisogna infatti ritrovare il coraggio d’indignarsi, ringraziare il cantante per la sua disponibilità e revocare l’invito. Il tema in discussione è tanto interessante quanto importante, sono stato il primo a sostenere l’utilità nell’invitare il cantante, pur vicino al centrodestra». Questione di etica ma, forse, anche di passate simpatie di Gigi D'Alessio per il centrodestra.  Celebre il duetto con Silvio Berlusconi in piazza del Plebiscito a Napoli in occasione della chiusura della campagna elettorale di Lettieri nel 2011.