Venerdi 18 agosto 2017 14:32

Napoli. Investito e ucciso per vendetta a Secondigliano, arrestati due giovani
Le indagini della Polizia hanno fatto luce sull'omicidio di Fabio Giannone, avvenuto il 10 aprile 2016, quando il giovane fu investito e ucciso da un'auto.




NAPOLI - Risolto il caso dell'omicidio di Fabio Giannone, 21nne trovato morto in via Vittorio Emanuele III, nel quartiere Secondigliano, all'alba del 10 aprile 2016. Le indagini della Polizia hanno portato all'emissione di due ordinanze di custodia cautelare indirizzate ad un pregiudicato, P.P. di 22 anni, che si trova agli arresti domiciliari, e al coetaneo V.D., detenuto nella casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. I due, secondo le evidenze investigative, investirono Giannone con un'auto rubata mentre questi viaggiava a bordo di uno scooter. Il gesto rappresenterebbe la vendetta per un pestaggio subito ad opera della vittima e di suo fratello il 4 gennaio 2015 in seguito alla quale V.D. aveva riportato numerose fratture. Il pestaggio era stato causato dal danneggiamento delle vetrine di un negozio di abbigliamento di proprietà di uno zio dei fratelli Giannone, avvenuto nella notte del Capodanno 2015 da parte di De Luca.

© Riproduzione riservata