Sabato 16 dicembre 2017 02:13

Raid nella sede dell’associazione ambientalista sul Vesuvio, locali saccheggiati e apparecchiature distrutte




TORRE DEL GRECO - Vandali in azione nella sede di A.N.E.A., associazione ambientalista sul Vesuvio, dove la scorsa notte qualcuno si è introdotto all'interno della villetta situata a poca distanza dall'Osservatorio distruggendo tutto il lavoro fatto dai volontari in otto anni di ricerche, incontri e attività di informazione e sensibilizzazione.

Il cancello protettivo che circonda i locali dell'associazione è stato sradicato dai muri e le telecamere di sorveglianza poste all'ingresso principale completamente distrutte insieme a tutte le altre apparecchiature elettroniche presenti nella struttura. Tutto ciò fa pensare ad un piano ben architettato, messo a segno con l'intenzione di resettare tutta l'attività svolta dall''associazione, diventata negli anni luogo di informazione ambientale e di diffusione di una cultura improntata ad uno stile di vita ecosostenibile.

«Un’amara delusione quella di subire una violenza del genere dopo che per anni ci siamo spesi per una causa socialmente utile - ha dichiarato Alberto Alba, presidente dell'associazione -  investendo tempo ed energie per il territorio e la collettività, ma sappiamo che individui come quelli che hanno fatto un’azione del genere sono una minoranza della popolazione e dobbiamo fare in modo da non permettergli di vincere sulle persone perbene, che sono molte di più». Le indagini sono condotte dai carabinieri della compagnia di Torre del Greco, ai quali si sono rivolti i volontari dell'associazione per denunciare il raid.

© Riproduzione riservata