Sabato 18 novembre 2017 22:16

Frode televisiva: scoperte a Napoli tre centrali per decodificare il segnale Sky e Mediaset Premium
Quattro le persone denunciate. L'indagine è stata rivolta al contrasto del fenomeno della Iptv, ossia la trasmissione via web di eventi sportivi, film, serie televisive e concerti, senza possederne i diritti

03 febbraio 2017



NAPOLI - Conclusa l'operazione della Guardia di Finanza "Match Off 3.0" contro la pirateria televisiva on-line. I finanzieri del nucleo speciale frodi tecnologiche, diretti da Nicola Maiorano della Procura di Roma, hanno individuato a Napoli tre centrali di trasmissione di programmi televisivi, gestite da una persona residente in Svizzera, ma di fatto domiciliato a Scampia, che aveva creato una sofisticata infrastruttura per la decodifica del segnale di Sky e Mediaset Premium.

Le Fiamme Gialle hanno denunciato quattro persone, sequestrato oltre 76mila euro, di cui circa 18mila in contanti, 17 carte postepay, 235 decoder, 104 smart card e 43 personal computer.

Sono state inoltre trovate decine di fotocopie di documenti di persone del tutto ignare, vittime di "furto d'identità".

L'indagine è stata rivolta al contrasto del fenomeno della Iptv, ossia la trasmissione via web di eventi sportivi, film, serie televisive e concerti, senza possederne i diritti. Ma non solo, dall'indagine è anche emerso che venivano offerti programmi televisivi pirata sia in modalità "streaming live", cioè in diretta, che in modalità on demand, a richiesta degli internauti.

© Riproduzione riservata