Venerdi 22 settembre 2017 10:12

Sequestrato a Napoli un autolavaggio e una tappezzeria: occupavano abusivamente un’area comunale

03 marzo 2017



NAPOLI - Scoperta dalla polizia locale di Napoli un'area comunale di circa 1500 metri quadri occupata abusivamente. Si tratta di un piazzale sottostante il cavalcavia di via Pacioli, zona orientale della città, impropriamente adeguato alle esigenze di cinque soggetti che lo occupavano per installarvi capannoni e baracche in metallo e muratura allo scopo di realizzare un polo artigianale costituito da un autolavaggio, una tappezzeria, una falegnameria, due depositi di attrezzi, due esercizi commerciali della zona nonché un locale ad uso civile destinato all'abitazione del custode dell’area più un locale con bagni e doccia, tutti risultati abusivi.

L’area era stata, inoltre, delimitata con reti metalliche lungo il perimetro e chiusa con un grande cancello carrabile e pedonale.

Da quanto appreso, il piazzale veniva utilizzato come parcheggio all’interno del quale, durante l’accesso, si è scoperta un auto il cui furto era stato denunciato pochi giorni fa.

Ma non solo, scoperto anche che le utenze idriche ed elettriche si allacciavano abusivamente alle reti comunali.

La municipale, dinanzi a tale scena, ha quindi provveduto a sequestrare l’intera area e a denunciare le cinque persone per invasione, danneggiamento, gestione illecita di rifiuti, esercizio abusivo delle attività artigianali, furto di auto e delle fonti idriche ed elettriche nonché per costruzione abusiva di manufatti su suolo pubblico.

Contestualmente tale area è stata liberata da persone e cose con l'apposizione dei sigilli ai cancelli d'ingresso.

© Riproduzione riservata