Venerdi 18 agosto 2017 11:01

Santobono, bambino di 11 anni positivo all’hashish. I medici: «Fenomeno in aumento»




NAPOLI - Bambini al di sotto dei 14 anni finiti in ospedale in seguito ad un malore e risultati positivi ai test tossicologici. Un allarme a dir poco sconvolgente quello lanciato dall'unità di pronto soccorso dell'ospedale pediatrico Santobono di Napoli dove, giovedì scorso, è stato ricoverato un ragazzino di 11 anni in preda a forti allucinazioni. Il piccolo paziente avrebbe accusato i primi sintomi di quella che sembrava una crisi psicotica mentre si trovava a scuola. Gli insegnanti hanno immediatamente allertato i genitori e richiesto il soccorso di un'ambulanza ma, una volta in ospedale, gli accertamenti ai quali i medici della struttura hanno sottoposto il piccolo hanno escluso che si trattasse di un episodio neurologico o di una crisi psicotica. L'improvvisa intuizione di una pediatra del nosocomio ha guidato, infine, l'equipe sulla strada giusta: il ragazzino è risultato infatti positivo all'hashish al termine del Tox See, il test tossicologico impiegato dalle stesse forze dell'ordine per rilevare eventuali tracce di stupefacenti nelle urine. «Quest'ultimo episodio - spiega il responsabile del pronto soccorso, Vincenzo Tipo - ci conferma una realtà che purtroppo ci eravamo già preparati ad affrontare. Ormai gli spacciatori guardano con interesse anche alle scuole medie, inoltre molte sostanze pericolose i ragazzini le acquistano anche su internet». © Riproduzione riservata