Giovedi 21 settembre 2017 14:22

Spaccio di droga sul litorale Domizio e basso Lazio, Carabinieri in azione: 9 arresti




SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE) - I Carabinieri si sono mossi alle prime luci dell'alba per condurre una vasta operazione volta a disarticolare un'attività di spaccio di sostanze stupefacenti che ramificava i propri canali sul litorale Domizio, nel basso Lazio e in Abruzzo. I militari della compagnia di Santa Maria Capua Vetere hanno eseguito un'ordinanza del Gip del locale tribunale, emessa in seguito alle indagini condotte dalla Procura della Repubblica, arrestando 9 persone. Fra gli indagati fermati dai Carabinieri ci sono anche africani. Provenienti dalla Tunisia, dalla Nigeria e dalla Tanzania, erano addetti al taglio e al confezionamento, presso le loro abitazione, delle dosi di stupefacenti che i pusher italiani si preoccupavano poi di vendere. Il sistema era oliato ed efficiente. La base era a Castel Volturno dove arrivavano spacciatori da varie province per acquistare la droga, cocaina ed eroina, e commerciarla successivamente nelle piazze di Lazio, Campania e Abruzzo. In alternativa, era stato studiato anche un servizio di consegna a domicilio da parte di spacciatori tramite "occultamento personale". Per ricostruire l'intera filiera è servito un anno di indagini, dall'agosto 2013 al luglio 2014 , durante i quali si è risaliti ai soggetti coinvolti nel sistema criminale. Gli inquirenti hanno avuto modo di scoprire i vari passaggi, scoprendo le modalità secondo cui si svolgevano le trattative per la cessione delle dosi. Gli arrestati (4 in carcere e 5 agli arresti domiciliari) sono accusati  di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Per la malavita del casertano, lo spaccio di droga è da sempre una delle attività più redditizie. I comuni del litorale Domizio sono da sempre uno dei principali canali di sbocco delle sostanze stupefacenti. Discorso simile, ma con diverse proporzioni, per le altre zone in cui, secondo la tesi sostenuta dalla Procura, si verificavano le attività di commercializzazione della droga. © Riproduzione riservata