Napoli, promettevano il superamento dei concorsi nelle forze dell’ordine: sei arrestati
Sei persone sono state colpite da altrettante ordinanze di custodia cautelare, notificate dagli uomini della Guardia di Finanza su disposizione del gip del Tribunale di Napoli Nord.


NAPOLI - Sei ordinanze di custodia cautelare sono state eseguite oggi nei confronti di altrettanti soggetti (di cui 4 con il beneficio degli arresti domiciliari e 2 obblighi di firma), indagati per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ed al millantato credito. L'operazione è stata condotta dalla Guardia di Finanza di Aversa, emessa dal gip del Tribunale di Napoli Nord nell'ambito di indagini coordinate dalla locale Procura.

Il sodalizio, composto da 3 agenti della Polizia Penitenziaria, da un ufficiale superiore dell’Esercito in servizio al Comando Logistico Sud di Napoli, nonché dalla moglie e dal fratello di quest’ultimo, prospettava falsamente a privati cittadini la possibilità di influire su pubblici ufficiali o pubblici impiegati al fine di favorire il superamento di concorsi indetti dalla Polizia Penitenziaria (concorsi per agente per gli anni 2012, 2013 e 2015), dalla Polizia di Stato (concorso per agenti per l’anno 2013) e della Guardia di Finanza (concorso per ispettore per l’anno 2014).

L’attività investigativa, nel suo complesso, ha consentito di ricostruire 20 episodi illeciti - riferiti a 3 aspiranti per la Polizia di Stato, 2 per la Guardia di Finanza e 15 per la Polizia Penitenziaria - per cui l’associazione ha ottenuto complessivamente l’indebita dazione di 282.000 euro dal 2012 al 2015. Dinanzi all'esito infruttuoso i soggetti indagati avrebbero poi messo in atto condotte tese ad evitare la restituzione del denaro elargito dalle vittime della truffa.

© Riproduzione riservata